Tag Archives: ministero della salute

News

NATUROPATIA E CIALTRONERIA


 

L’11 febbraio 2018 una nota conduttrice televisiva, Nadia Toffa, ha raccontato delle vicissitudini personali che ha attraversato a seguito di una malattia tumorale che l’ha colpita e ha messo in guardia i telespettatori dai cialtroni che promettono di guarire dal cancro senza l’uso di chemioterapia e radioterapia.

Nonostante ciò le recenti notizie riportate dai principali media riportano prepotentemente l’attenzione sulla poca serietà di tante figure losche che infestano ambienti non di loro appartenenza. Non solo si trovano falsi medici ma addirittura naturopati che prescrivono farmaci o che formulano diagnosi senza alcuna qualifica professionale e che si permettono di contraddire le prescrizioni mediche indicando a malati oncologici la sospensione di questa o quella terapia.

In alcuni sventurati casi si tratta addirittura di terapie salvavita.

E’ il caso di alcuni presunti terapeuti della domenica che si professano ora macrobiotici  e domani vegani, sostenendo di poter curare il cancro e molte altre malattie sospendendo anche una chemioterapia o radioterapia.

Si tratta ovviamente di cialtroneria pura e di personaggi pericolosissimi non soltanto per gli sventurati pazienti che si trovano nelle loro mani ma anche per tutta la categoria di persone serie che studiano anni per potersi professionalizzare e lavorare in modo serio e qualificato.

Penso alla recente scomparsa di Stephen Hawking(http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/biotech/2018/03/14/addio-a-stephen-hawking-il-primo-sguardo-sui-buchi-neri_6e743e90-3141-4e52-bf4c-ee859f660d71.html) di cui i media stanno dando ampio spazio, un genio assoluto nel mondo della fisica  e al cui il mondo della scienza e della ricerca si inchina da un lato, e dall’altro alle notizie in merito ai decessi causati da falsi professionisti che nulla hanno di scientifico in ciò che professano (http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/medicina/2018/03/13/cura-il-tumore-al-seno-dal-guru-muore-a-46-anni_0f1897ac-f8c0-47c4-8145-5373ea0b1fa6.html).

Già in passato si era verificati casi analoghi (http://www.ravennanotizie.it/articoli/2017/06/27/prescrive-ricette-per-dimagrire-senza-i-titoli-per-farlo-naturopata-ravennate-scoperto-dai-nas.html) ma stupisce sempre come qualcuno possa ancora ingenuamente cadere nella rete di certi soggetti.

Vorrei pertanto ricordare a chiunque desideri rivolgersi ad un naturopata che alcuni punti fermi devono sempre essere tenuti:

  • Un naturopata SERIO non vende nulla e non produce prodotti in proprio! In farmacia, parafarmacia ed erboristeria potete trovare tutto quello che il Ministero della Salute ha autorizzato alla vendita ed è stata scientificamente dimostrato essere efficace. Laddove non lo sia è obbligo al produttore specificarne la mancanza di prova scientifica;
  • Le tariffe per una consulenza di un naturopata non possono essere troppo elevate. Qualora vi siano richieste esorbitanti diffidate immediatamente di questo professionista;
  • Scappate a gambe levate non appena vi promettono di curare malattie, eliminare farmaci, evitare di confrontarvi con il vostro medico o altre sciocchezze simili. Al naturopata non è permesso (innanzitutto per motivi legali) prescrivere farmaci, indicare terapie sostitutive prescritte dal medico né promettere guarigioni di alcunché. Il naturopata si occupa di suggerire uno stile di vita sano a persone ancora in salute e mai di curare persone malate!
Read More
News

L’INFIAMMAZIONE: la chiave d’innesco di un incendio


incendio

Quando ancora studiavo presso la scuola di naturopatia dove mi sono diplomato anni fa, ricordo che spesso l’insegnante era solito usare degli esempi per aiutarci a capire come individuare al meglio il rimedio adatto ad una persona.

Oggi sappiamo che pensare di sopravvivere senza processi infiammatori è un puro non senso da un punto di vista scientifico. Il nostro organismo produce reazioni infiammatorie continue per potersi difendere dalle aggressioni di agenti esterni patogeni (virus, tumori e batteri). E’ solo di pochi giorni fa per esempio la notizia di infezioni di meningite che hanno indirizzato il Ministero della salute e la Regione Toscana verso una maggiore vaccinazione dal meningococco nelle aree colpite. L’infiammazione rappresente un eccellente “pronto soccorso” per fronteggiare urgenti e improvvise infezioni.

Tuttavia quando questa infiammazione supera certi livelli e si mantiene per un ragionevole lasso di tempo diventa pericolosa perché si innescano alcune sostanze (denominate citochine, come per esempio l’interleuchina 1 e il TNF-alfa, l’interleuchina-6 e la proteina C reattiva) che favoriscono l’insorgenza di quadri patologici- cronico-degenerativi.

Questa condizione infiammatoria cronica diventa potenzialmente pericolosa nel tempo.

Ben documentati per esempio sono le relazioni tra il batterio Helicobacter pylori nello stomaco e i tumori dello stesso, oppure il rapporto tra mesotelioma polmonare e infiammazione prodotta dall’amianto.

La stessa cosa si può dire per quanto riguarda la relazione tra l’infiammazione della prostata e i tumori di essa.

Cambiare il tipo di alimentazione rappresenta un valido presupposto per un profondo cambiamento che ci può salvare da una vita piena di problemi. Il riso per esempio contiene fitochimici importantissimi come l’acido ferulico.

Questo cereale associato al kudzu  (pueraria lobata) è in grado di migliorare le funzioni della parete intestinale riducendo i fattori infiammatori che sappiamo essere la base di un enorme quantità di problemi.

Il riso, in particolar modo se associato ai legumi, è in grado di intervenire in maniera diretta contro la proteina C reattiva (in particolar modo verso il suo complemento C3).

Di tutto questo ho avuto modo in passato di parlarne proprio a Telecolor in diverse apparizioni con Micol Baronio nel corso di alcune registrazioni……….

Read More