Tag Archives: micoterapia

News

IL TIMO E L’IPERTENSIONE


Un rimedio naturale usato in cucina potrebbe avere effetti antiipertensivi

 

Com’è noto è statisticamente provata la bassa incidenza di malattie cardiovascolari nei paesi del Mediterraneo. Ciò ha portato ad un crescente interesse della comunità scientifica per la dieta mediterranea.

Un gruppo di ricerca (Mihailovic-Stanojevic N1, Belščak-Cvitanović A, Grujić-Milanović J, Ivanov M, Jovović Dj, Bugarski D, Miloradovic Z.) ha valutato il contenuto di flavonoidi del timo selvatico (Thymus serpyllum L.) nonché il potenziale antiipertesivo e antiossidante del suo estratto acquoso.

Il Thymus serpyllum L. (timo selvatico), è un’erba aromatica della famiglia Lamiaceae molto utilizzata nell’ambito della dieta Mediterranea. I ricercatori hanno testato i suoi effetti in cavie normotese e hanno scoperto delle notevoli potenzialità antiossidanti di alcuni principi attivi contenuti in esso (come fenolo, acido rosmarinico e acido caffeico).

Ma non solo a queste molecole hanno un notevole effetto antiossiante, ma è anche stato dimostrato come il timo abbia indotto una significativa diminuzione sistolica e diastolica.

I ricercatori hanno concluso che l’estratto di timo potrebbe avere effetti protettivi contro l’ipertensione essenziale. Forse, un semplice e umile rimedio naturale come il timo si potrebbe aggiungere alla micoterapia di cui abbiamo parlato nello spiegare l’azione antiipertensiva del fungo shiitake (leggi qui http://www.vladimirocolombi.it/2016/06/10/nutrizione-e-shiitake-il-vaccino-contro-virus-ipertensione-e-parassitosi-intestinali/).

 

Fonte:

Plant Foods Hum Nutr. 2013 Sep;68(3):235-40. doi: 10.1007/s11130-013-0368-7.Antioxidant and antihypertensive activity of extract from Thymus serpyllum L. in experimental hypertension. Mihailovic-Stanojevic N1, Belščak-Cvitanović A, Grujić-Milanović J, Ivanov M, Jovović Dj, Bugarski D, Miloradović Z.

 Altri riferimenti:

http://www.vladimirocolombi.it/tag/ipertensione/

http://www.vladimirocolombi.it/2016/06/10/nutrizione-e-shiitake-il-vaccino-contro-virus-ipertensione-e-parassitosi-intestinali/

Read More
News

NATUROPATIA E MEMORIA:MIGLIORA IL TUO APPRENDIMENTO CON QUESTI RIMEDI NATURALI


Da una ricerca la vitamina C e l’aglio potrebbero aver effetti protettivi sulla memoria e sull’apprendimento favorendo l’eliminazione del piombo

Gli effetti neuroprotettivi sia dell’aglio che dell’acido ascorbico sono stati documentati. Ma da una nuova ricerca (Ghasemi S, Hosseini M, Feizpour A, Alipour F, A Sadeghi, Vafaee F, Mohammadpour T,  Soukhtanloo M, Ebrahimzadeh Bideskan A, Beheshti F.) è emerso che l’aglio e l’acido ascorbico potrebbero essere di grande aiuto nei deficit di memoria e per la riduzione dei danni ossidativi al tessuto cerebrale indotta da esposizione al piombo è stato studiato.

Nel corso della ricerca effettuata su modelli in vivo (ratti) si è visto come la concentrazione totale di piombo nel tessuto cerebrale dei ratti trattati con aglio e vitamina C era diminuito in modo significativo .

La ricerca ha pertanto suggerito come il trattamento con aglio potrebbe attenuare i deficit di apprendimento e della memoria dovuti all’esposizione al piombo e conferma come alcuni rimedi naturali potrebbero essere di grande aiuto per favorire la disintossicazione dal sostanze pericolose con le quali inevitabilmente siamo sempre più a contatto.

Ho avuto modo di scrivere già in passato dei rimedi naturali per conservare la memoria (clicca qui http://www.vladimirocolombi.it/2016/08/15/memoria-e-naturopatia-due-suggerimenti-per-conservarla/), forse perché colpito personalmente da una vicenda famigliare che mi ha profondamente colpito.

Forse oltre alla micoterapia di cui ho già avuto modo di scrivere (leggi qui http://www.vladimirocolombi.it/2016/06/05/la-tremella-fuciformis-tremella-per-proteggere-le-arterie-e-il-cervello-dalle-radiazioni-e-dalla-demenza/) avremo nuovi rimedi naturali per proteggere il nostro cervello.

E’ arrivato il momento di sfruttare tutte le risorse che la natura ci ha messo a  disposizione per proteggere uno dei beni più preziosi di cui disponiamo: la memoria.

 

Fonte:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27387089

 

Bibliografia:

 

Beneficial effects of garlic on learning and memory deficits and brain tissue damages induced by lead exposure during juvenile rat growth is comparable to the effect of ascorbic acid.Ghasemi S1, Hosseini M1, Feizpour A2, Alipour F3, Sadeghi A3, Vafaee F1, Mohammadpour T4, Soukhtanloo M5, Ebrahimzadeh Bideskan A3, Beheshti F1.

 

 

Altre fonti e articoli sull’argomento leggi anche:

 

http://www.vladimirocolombi.it/2016/10/20/vuoi-conservare-la-tua-memoria-a-lungo-fai-cosi/

 

http://www.leda-clinic.com/professionisti/vladimiro-colombi/

Read More
News

UN FARMACO CHE E’ UN ALIMENTO CONTRO DIABETE, TUMORI E VIRUS: IL FUNGO INONOTUS OBLIQUUS (CHAGA)


Chaga-Tad4Si tratta di un fungo piuttosto noto in alcune aree del mondo, soprattutto in America Latina. Noto come “chaga”, l’inonotus obliquus ha un’azione non solo importante contro i tumori in generale per la sua potente azione immunostimolante (cosa che lo accomuna a molti altri funghi medicinali molto famosi in micoterapia) ma soprattutto contro i tumori al seno, alla cervice dell’utero, al colon, allo stomaco nonché al fegato.Esso vanta un’azione antinfiammatoria sull’apparato gastrointestinale e sulla pelle davvero notevole ed è normalmente utilizzato per la cura e il trattamento dell’eczema. Possiede un’azione antiossidante e antidiabetica piuttosto spiccata ed a queste sue proprietà abbina anche un’azione contro i virus. Sotto quest’ultimo punto di vista il chaga sembra essere molto attivo contro il virus dell’HIV, dell’herpes simplex e di alcune forme virali influenzali. Gli studi non sono conclusivi e occorre cautela come sempre, ma la ricerca continua. Recenti studi ne hanno documentato potenziali azioni contro la pancreatite, il sovrappeso, il tumore del colon- retto, il diabete, asma,herpes, ma anche un’azione antibatterica, facendolo dioventare un futuro potenziale antibiotico Può essere utilizzato anche in forma spagirica in gocce.

Bibliografia:

J Nat Med. 2016 May 14.Chemical constituents from Inonotus obliquus and their antitumor activities.Zhao F1,2Xia G1,3Chen L1Zhao J2Xie Z2Qiu F4,5Han G6.

 

Int J Biol Macromol. 2016 Jun;87:348-56. doi: 10.1016/j.ijbiomac.2016.03.006. Epub 2016 Mar 5.Antioxidant activity of Inonotus obliquus polysaccharide and its amelioration for chronic pancreatitis in mice.Hu Y1Sheng Y2Yu M3Li K1Ren G1Xu X1Qu J4.

 

Int J Biol Macromol. 2016 May;86:587-93. doi: 10.1016/j.ijbiomac.2016.01.111. Epub 2016 Feb 1.Investigation of three lignin complexes with antioxidant and immunological capacities from Inonotus obliquus.Niu H1Song D1Mu H1Zhang W1Sun F1Duan J2.

 

J Tradit Chin Med. 2015 Aug;35(4):468-72.Effect of Inonotus Obliquus Polysaccharides on physical fatigue in mice.Yue ZXiuhong ZShuyan YZhonghua Z.

Acta Biochim Biophys Sin (Shanghai). 2015 Sep;47(9):755-7. doi: 10.1093/abbs/gmv073. Epub 2015 Aug 4.Ameliorating effects of Inonotus obliquus on high fat diet-induced obese rats.Wu T1Shu Q2Yang K3Xie X2Wang X2Wang Y3Guo A2Yuan N2Zhao B2Chi B2Wu Q2Fu Z4.

J Ethnopharmacol. 2015 Sep 15;173:303-12. doi: 10.1016/j.jep.2015.07.030. Epub 2015 Jul 22.Ergosterol peroxide from Chaga mushroom (Inonotus obliquus) exhibits anti-cancer activity by down-regulation of the β-catenin pathway in colorectal cancer.Kang JH1Jang JE2Mishra SK3Lee HJ4Nho CW4Shin D2Jin M5Kim MK6Choi C7Oh SH8.

Vopr Virusol. 2015;60(2):35-8.[Antiviral activity of aqueous extracts of the birch fungus Inonotus obliquus on the human immunodeficiency virus].Shibnev VAGaraev TMFinogenova MPKalnina LBNosik DN.

Int J Oncol. 2014 Dec;45(6):2533-40. doi: 10.3892/ijo.2014.2685. Epub 2014 Sep 30.Inonotus obliquus-derived polysaccharide inhibits the migration and invasion of human non-small cell lung carcinoma cells via suppression of MMP-2 and MMP-9.Lee KR1Lee JS1Song JE1Ha SJ1Hong EK1.

Evid Based Complement Alternat Med. 2014;2014:841496. doi: 10.1155/2014/841496. Epub 2014 Jun 30.Protective Effect of Polysaccharides from Inonotus obliquus on Streptozotocin-Induced Diabetic Symptoms and Their Potential Mechanisms in Rats.Diao BZ1Jin WR1Yu XJ2.

Vop Virusol. 2014 Mar-Apr;59(2):45-8.[A study of the antiherpetic activity of the chaga mushroom (Inonotus obliquus) extracts in the Vero cells infected with the herpes simplex virus].Polkovnikova MVNosik NNGaraev TMKondrashina NGFinogenova MPShibnev VA.

 

J Photochem Photobiol B. 2014 Jan 5;130:299-304. doi: 10.1016/j.jphotobiol.2013.11.022. Epub 2013 Dec 12.Mycosynthesis: antibacterial, antioxidant and antiproliferative activities of silver nanoparticles synthesized from Inonotus obliquus (Chaga mushroom) extract.Nagajyothi PC1Sreekanth TV2Lee JI3Lee KD4.

 

Molecules. 2013 Aug 2;18(8):9293-304. doi: 10.3390/molecules18089293.Anti-oxidant and anti-inflammatory activities of Inonotus obliquus and germinated brown rice extracts.Debnath T1Park SRKim da HJo JELim BO.

 

Antibiot Khimioter. 2013;58(9-10):8-12.[Protective activity of aqueous extracts from higher mushrooms against Herpes simplex virus type-2 on albino mice model].Razumov IAKazachinskaia EIPuchkova LIKosogorova TAGorbunova IALoktev VBTepliakova TV.

 

Bull Exp Biol Med. 2011 Sep;151(5):612-4.Antiviral activity of Inonotus obliquus fungus extract towards infection caused by hepatitis C virus in cell cultures.Shibnev VA1Mishin DVGaraev TMFinogenova NPBotikov AGDeryabin PG.

 

Zhongguo Zhong Yao Za Zhi. 2011 Apr;36(8):1067-70.[Protective effects and mechanism of Inonotus obliquus on asthmatic mice].Yan G1Jin GLi LQin XZheng CLi G.

 

J Ethnopharmacol. 2011 Oct 11;137(3):1077-82. doi: 10.1016/j.jep.2011.07.024. Epub 2011 Jul 28.Inonotus obliquus extracts suppress antigen-specific IgE production through the modulation of Th1/Th2 cytokines in ovalbumin-sensitized mice.Ko SK1Jin MPyo MY.

 

Biol Trace Elem Res. 2011 Dec;144(1-3):1351-7. doi: 10.1007/s12011-011-9043-8. Epub 2011 Apr 5.Comparison of hypoglycemic activity of fermented mushroom of Inonotus obliquus rich in vanadium and wild-growing I. obliquus.Zhang Y1Zhao YCui HCao CGuo JLiu S.

Read More
News

Micoterapia e nutrizione: il Maitake (Grifola frondosa), nell’obesità e nel diabete che potrebbe prevenire alcuni tumori


 

maitake

Nell’ambito della micoterapia uno dei rimedi più importanti è rappresentato dal Maitake (il cui vero nome e’ Grifola frondosa). Si tratta di uno dei funghi a più alta biodisponibilità se assunto per via orale.
Di tutti i funghi utilizzati in Giappone per la prevenzione e il supporto al trattamento farmacologico nell’ambito oncologico il maitake è quello con maggiore azione a livello di sindrome metabolica e di prevenzione di alcuni tumori al seno si tratta di un fungo particolarmente ricco di minerali di vitamine e gli aminoacidi e contiene alcuni betaglucani in grado di stimolare notevolmente il sistema immunitario. Tra gli aminoacidi più rappresentativi troviamo acido glutammico e acido aspartico nonché arginina e valina. Tra le vitamine troviamo soprattutto alcune vitamine del gruppo B tra cui la B1, la B2 e la B3. Assumere questo fungo nel corso di un trattamento chemioterapico può rappresentare un intelligente strategia di supporto perché è in grado di incrementare il funzionamento e le percentuali di successo del trattamento farmacologico. Pare sia inoltre comune assistere contemporaneamente ad una notevole riduzione degli effetti collaterali delle chemioterapie, come per esempio perdita di appetito, nausea e stanchezza. Di particolare pregio è l’azione antidiabetica del Maitake che spiegherebbe la sua azione preventiva dai danni degli zuccheri e favorirebbe la riduzione del peso corporeo.

Nei soggetti in sovrappeso gli studi in vitro hanno altresì evidenziato una sua azione nei malati di HIV (AIDS) in conseguenza della sua potente azione immunostimolante sul sistema immunitario. Il fungo maitake sarebbe infatti in grado di aumentare in modo sostanziale l’aumento dei linfociti CD4+.
E’ stata anche dimostrata una sua potenziale azione protettiva a livello cardiovascolare in caso di pressione arteriosa elevata. Il fungo Maitake (insieme ad altri rimedi naturali) può rappresentare uno dei migliori integratori per ridurre l’ipertensione e interferire favorevolmente anche con la riduzione del colesterolo grazie alla sua azione preventiva dal diabete, ed è in grado di migliorare tutti i quadri di steatosi epatica (fegato grasso) e può essere particolarmente utile in alcune malattie tumorali al fegato. La Grifola frondosa rappresenta un integratore naturale di grande efficacia  e praticamente privo di effetti collaterali e controindicazioni significative. Il fungo maitake, insieme allo shiitake e al reishi, è forse uno dei più famosi funghi utilizzati in Oriente nella micoterapia e, a differenza del reishi (ganoderma lucidum) che è utilissimo anche per la prevenzione della demenza per la sua azione antiinfiammatoria, potrebbe aiutare a ritardare il declino cognitivo grazie all’eccellente controllo dei danni degli zuccheri. Gli studi non sono conclusivi e occorre cautela come sempre, ma la ricerca continua.

Read More