Tag Archives: antiossidanti

News

Tartrazina e salute


Il progressivo e inesorabile aumento dell’inquinamento ambientale incide sicuramente in modo determinante sulla condizioni di vita individuali nonché sulla sua qualità. Diverse ricerche mostrano dati allarmanti: sembra crescere l’aumento di tumori dell’apparato respiratorio e delle cardiopatie ma anche di ictus. E da quanto i numero sembrerebbero dire, ciò potrebbe essere ricollegabile all’aumento dei livelli di inquinamento.

In un precedente articolo abbiamo altresì spiegato quali possano i rimedi naturali più importanti ai quali rivolgersi per limitare i danni che l’ambiente produce sul corpo umano (http://www.vladimirocolombi.it/2017/02/21/i-rimedi-naturali-per-proteggersi-dallinquinamento-atmosferico/). Anche la tartrazina (presente nell’acqua), rappresenta un elemento pericoloso per per la nostra salute.

Una nuova ricerca (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=Tartrazine+induces+structural+and+functional) ha confermato le potenzialità tossiche della tartrazina, una sostanza presente in alcuni prodotti farmaceutici e in alcuni cibi.

Le possibilità che la tartrazina produca effetti avversi e tossici sulla salute umana sono stati confermati da uno studio del 2017: questa sostanza sarebbe in grado di ridurre la quantità di sostanze antiossidanti nel siero del sangue degli animali testati e indurrebbe alterazioni cellulari nel fegato e nei reni dei ratti studiati con ripercussioni anche sui globuli bianchi (leucociti) degli animali.

Bibliografia:

PeerJ. 2017 Feb 23;5:e3041. doi: 10.7717/peerj.3041. eCollection 2017.Tartrazine induces structural and functional aberrations and genotoxic effects in vivo. Khayyat L1Essawy A2Sorour J2Soffar A2.

Per visionari i video registrati a Telecolor o in studio clicca i link sottoindicati:

http://www.telecolor.net/2014/12/intestino-ecco-come-proteggerlo-attraverso-lalimentazione/

http://www.youtube.com/watch?v=LK1xwC4z3ug

http://www.youtube.com/watch?v=X4bEC546VJo

http://www.youtube.com/watch?v=KUsUe1KsQHs

http://www.youtube.com/watch?v=9xW8Tqw8FLI

Read More
News

GLI EFFETTI ANTITUMORALI DEL ROSMARINO


Il Rosmarino (Rosmarinus officinalis L.) contiene polifenoli che potrebbero essere utili nei tumori

Tre ricercatori (Moore J, Yousef M, Tsiani E) avrebbero ipotizzato una possibile azione antitumorale di alcune molecole contenuto nel rosmarino (rosmarinus officinalis). Notoriamente le cellule tumorali mostrano tassi di crescita maggiorati e una resistenza all‘apoptosi (morte cellulare) significativa.

La capacità delle cellule tumorali di proliferare in modo incontrollato evitando la morte programmata cellulare è acquisita attraverso mutazioni delle cellule stesse ma alcuni composti di origine vegetale, compresi alcuni alimenti, hanno attirato l’attenzione scientifica per il loro possibile uso come agenti per la prevenzione e il trattamento del cancro.

Lo studio di molti prodotti naturali offre una grande opportunità di valutare nuovi agenti antitumorali e di comprenderne il loro meccanismo d’azione.

L’estratto di rosmarino è stato segnalato per avere proprietà antiossidanti, anti-infiammatorie, antidiabetiche e antitumorali, grazie all’elevato contenuto di molti polifenoli (come l’acido carnosico e l’acido rosmarinico).

Nel corso della ricerca i tre ricercatori hanno studiato sia in vitro che in vivo gli effetti antitumorali dell’estratto di rosmarino e dei suoi polifenoli (acido carnosico e acido rosmarinico) e hanno scoperto una loro possibile azione antitumorale.

Fonte:

Nutrients. 2016 Nov 17;8(11). pii: E731.Anticancer Effects of Rosemary (Rosmarinus officinalis L.) Extract and Rosemary Extract Polyphenols.Moore J1, Yousef M2, Tsiani E3,4.

Altri riferimenti:

http://www.vladimirocolombi.it/2017/04/17/il-rosmarino-nellalzheimer/

http://www.vladimirocolombi.it/2017/04/30/dal-rosmarino-un-potente-alleato-contro-il-diabete-e-il-colesterolo/

http://www.ecodibergamo.it/stories/Enogastronomia/201106_cucina_della_salute_a_lezione_da_tondini/

Read More
News

DAL PAPAVERO UN AMICO PER CONSERVARE IL CIBO SENZA PERICOLI


Da un lavoro effettuato da quattro ricercatori ((Todorova T, Pesheva M, F Gregan, Chankova S.) è emerso come il papavero (Papaver Rhoas) potrebbe avere effetti antitumorali e antiossidanti. Per studiare le proprietà del papavero è stata messa a confronto una soluzione acquosa di esso con il metansolfonato, un agente notoriamente procancerogeno e ne è emerso come l’estratto di papavero (P. rhoeas L.) potrebbe essere utile come agente antiossidante.

Grazie a questa caratteristica il papavero potrebbe essere impiegato come additivo alimentare non solo per conservare il cibo ma anche per evitare l’utilizzo di sostanze conservanti pericolose per la salute.

 

Fonte:

J Med Food. 2015 Apr;18(4):460-7. doi: 10.1089/jmf.2014.0050. Epub 2014 Sep 3.Antioxidant, antimutagenic, and anticarcinogenic effects of Papaver rhoeas L. extract on Saccharomyces cerevisiae.Todorova T1, Pesheva M, Gregan F, Chankova S.

Read More
News

IL ROSMARINO NELL’ALZHEIMER?


Secondo una ricerca dal rosmarino sarebbe possibile estrarre alcune sostanze utili per la malattia di Alzheimer

Il rosmarino (Rosmarinus officinalis L.) è una delle specie botaniche più importanti della famiglia delle Lamiaceae ed è originaria della regione del Mediterraneo. Dalla pianta di rosmarino si estrae un importante gemmoderivato in grado di regolarizzare la pressione arteriosa durante l’estate quando il caldo si fa opprimente.

In erboristeria il rosmarino è largamente utilizzato per migliorare tutti i sintomi tipici dell’allergia di primavera e in tutti i casi di stanchezza cronica. In quest’ultimo caso la sua azione antifatica sarebbe da ascrivere alla sua azione sulle ghiandole surrenali.

Molto nota dai tempi degli antichi romani come “pianta della memoria” è oggi ampiamente presente in tutto il mondo oltre che per i suoi usi culinari anche per le sue proprietà medicinali.

Trale sostanze più importanti contenute nel rosmarino vanno segnalati i diterpeni fenolici a cui sono ascrivibili la maggior parte delle attività farmacologiche e antiossidanti.

Un ricercatore (Habtemariam S) ha recentemente scoperto  come i diterpeni fenolici del rosmarino siano in grado di inibire la morte neuronale indotta da una varietà di agenti sia in vitro che in vivo. Il potenziale terapeutico di questi composti per la malattia di Alzheimer (AD) è recensito proprio nella ricerca effettuata da Habtemariam, e conferma come le proprietà antiossidanti dei composti mdel rosmarino potrebbe contribuire ad aumentare la protezione neuronale riducendo l’infiammazione cerebrale e la formazione di beta amiloide, la proteina coinvolta nella malattia di Alzheimer.

 

Fonte:

Evid Based Complement Alternat Med. 2016;2016:2680409. doi: 10.1155/2016/2680409. Epub 2016 Jan 28.The Therapeutic Potential of Rosemary (Rosmarinus officinalis) Diterpenes for Alzheimer’s Disease. Habtemariam S1.

 Altri articoli correlati:

http://www.vladimirocolombi.it/2017/03/29/occhio-ai-grassi-che-metti-nel-piatto-se-vuoi-salvare-il-cervello/

http://www.vladimirocolombi.it/2017/02/15/aromaterapia-in-cucina-ovvero-come-trasformare-il-cibo-in-farmaco-preventivo/

http://www.vladimirocolombi.it/2017/03/21/cervello-e-cuore-cosa-dice-la-naturopatia/

Read More
News

SPIRULINA E PROBIOTICI PER LA SALUTE


L’alga spirulina potrebbe essere un eccellente rimedio naturale in grado di migliorare la flora batterica intestinale

 

Il mondo delle alghe continua a stupire. Tra le alghe più note, una di esse, la spirulina (Arthrospira platensis), vanta un potere antiossidante e immunomodulante, ed è nota per il suo alto valore nutrizionale.La spirulina ha propretà ipolipemizzanti, ipoglicemizzanti e anti-ipertensive e contiene composti funzionali, quali fenoli, ficocianine, e polisaccaridi, con effetti antiossidanti, anti-infiammatori, e immunostimolanti. Gli studi condotti sulla spirulina suggeriscono che è sicura somministrata in soggetti sani, ma risulta poco appetibile consumata ad uso alimentare.Anche se l’effetto antiossidante della spirulina è confermato da diversi studi, le sue proprietà antiinfiammatorie e antiossidanti sono state poco studiate (e confermate) da pubblicazioni scientifiche.

Un nuovo studio (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28182098) ha confermato come la spirulina sembri influenzare in modo più efficace l’immunità innata, promuovendo l’attività delle cellule natural killer. Gli effetti sulla citochine e sulla proliferazione dei linfociti ‘dipendono da differenze di età, sesso e peso corporeo. In questo contesto, l’invecchiamento e l’obesità sono entrambi associati con l’infiammazione cronica di basso grado, e il deterioramento del sistema immunitario, Attività microbiche-modulanti sono stati riportati in vitro, suggerendo che l’associazione di Spirulina e probiotici potrebbe rappresentare una nuova strategia per migliorare la crescita della microflora intestinale benefica. Anche se Spirulina potrebbe rappresentare un alimento funzionale con potenziali effetti benefici sulla salute umana, gli interventi umani usati solo integratori. Pertanto, l’effetto del cibo contenente Spirulina deve essere valutata in futuro.

 

Fonte:

Oxid Med Cell Longev. 2017;2017:3247528. doi: 10.1155/2017/3247528. Epub 2017 Jan 15.Antioxidant, Immunomodulating, and Microbial-Modulating Activities of the Sustainable and Ecofriendly Spirulina. Finamore A1, Palmery M2, Bensehaila S3, Peluso I1.

 

 

Per visionari i video registrati a Telecolor o in studio clicca i link sottoindicati:

 

 

http://www.telecolor.net/2014/12/intestino-ecco-come-proteggerlo-attraverso-lalimentazione/

 

http://www.youtube.com/watch?v=LK1xwC4z3ug

 

http://www.youtube.com/watch?v=X4bEC546VJo

 

http://www.youtube.com/watch?v=KUsUe1KsQHs

 

http://www.youtube.com/watch?v=9xW8Tqw8FLI

Read More
News

IL GINSENG CONTRO L’IMPOTENZA SESSUALE


ginseng

Il ginseng è noto per la sua intensa azione adattogena in grado di ridurre lo stress e aiutare nei momenti di grande fatica.

Alcune sostanze in esso contenute, le saponine, hanno dimostrato notevoli proprietà antiossidanti, e si sono dimostrate in grado di migliorare la funzioni erettile nei ratti afflitti da diabete.

Nel corso dello studio è stato osservato come dopo alcune settimane dall’inizio della sua assunzione alcuni importanti molecole antiossidanti (come la superossido dismutasi e il glutatione) erano aumentate in modo significativo con conseguente riduzione dei danni tipici che gli zuccheri producono a livello vasale.

I risultati suggeriscono che il ginseng migliora la funzione erettile nei ratti diabetici e che potrebbe rappresentare un possibile supporto per la prevenzione dei danni che gli zuccheri producono a livello dei tessuti.

 

Fonte:

Urol Int. 2014;93(1):92-9. doi: 10.1159/000354878. Epub 2014 Jan 23.Panax notoginseng saponins improve erectile function through attenuation of oxidative stress, restoration of Akt activity and protection of endothelial and smooth muscle cells in diabetic rats with erectile dysfunction. Li H1He WYLin FGou X.

Read More
News

DIFENDI LA TUA MENTE DALLA MALATTIA DI ALZHEIMER


Arricchisci di antiossidanti ogni alimento e pianfica la tua giornata per lo sport per prevenire facilmente l’invecchiamento mentale

 

La malattia di Alzheimer è considerata una delle future epidemie che destano maggiori preoccupazioni a livello sanitario, sia per i costi sociali che per la qualità di vita dei pazienti che ne sono colpiti. Anche e soprattutto i famigliari subiscono ripercussioni quando un parente viane colpito da questa terribile malattia.

Al momento non vi sono ancora farmaci disponibili sul mercato in grado di contrastare in modo deciso l’insorgenza e il decorso della malattia.

Tuttavia nel gennaio 2004 un gruppo di ricercatori medici di 4 università statunitensi ha pubblicato un interessante studio neurologico nel quale è emerso come chi assumeva una integrazione costante di vitamina C e vitamina E (due vitamine altamente antiossidanti) aveva un’incidenza inferiore della malattia di Alzheimer intorno al 78%.

Di vitamina C ne sono ricchi soprattutto i peperoni, i kiwi, il prezzemolo, mentre la vitamina E e contenuta in quantità molto elevate nell’olio di germe di grano (e in quantità minore nell’olio di semi di girasole).

Pur non volendo concludere necessariamente per l’integrazione di queste sostanze vale comunque la pena ricordare che un’alimentazione ricca di sostanze in grado di apportare sostanze antiossidanti e antiinfiammatorie potrebbe favorire l’allontanamento del rischio di questa penosa malattia

Read More
News

MERAVIGLIOSO CIOCCOLATO


Il cioccolato contiene delle sostanze antiossidanti molto potenti, i cosiddetti “polifenoli” in grado di ridurre notevolmente il rischio di moltissime malattie (in primis il cancro).

Fondamentale però che il cioccolato non contenga latte in quanto la presenza di lattosio e caseina riduce notevolmente gli effetti protettivi dei polifenoli.

Al cioccolato fondente sono state attribuite e confermate importanti azioni protettive non solo verso i tumori ma anche azioni cardioprotettive e antiipertensive.

Un vera manna insomma sia per il sistema immunitario che per l’apparato cardiovascolare, e un buon motivo per inserire subito il cioccolato fondente nel nostro carrello della spesa!

 

Read More