News

LA GRELINA, LA FAME E IL METABOLISMO: NUOVE SCOPERTE

fameLa grelina è un ormone intestinale noto per svolgere una funzione estremamente importante nella regolazione del senso di fame. Viene prodotto da alcune cellule presenti nello stomaco e nel pancreas ed è in grado di stimolare l’appetito i cui valori si innalzano prima dei pasti e decrementano circa un’ora dopo essersi alimentati.

Svolge un lavoro sinergico alla leptina, l’altra grande adipochina responsabile del senso di fame/sazietà e regolatrice delle riserve di massa grassa nel corpo umano.

Insieme ad un altro ormone (l’obestatina) interviene nei processi di regolazione del metabolismo e rientra insieme ad altre adipochine, tra le sostanze oggetto di ricerca e interesse degli utlimi anni.

In Texas, presso il dipartimento di Biologia molecolare e cellulare del Baylor college of medicine di Houston è stato osservato come la grelina svolga un ruolo importantissimo nella regolazione del metabolismo energetico e un ruolo importante nell’omeostasi del glucosio, inibendo la secrezione di insulina e quindi interferendo in modo significativo nel controllo della massa grassa.

In letteratura sta emergendo un ruolo importante della grelina anche nella protezione cardiaca e nel metabolismo osseo.

Sappiamo infatti che, tra tante ipotesi, incertezze e studi non conclusivi, la riduzione calorica sembrerebbe essere ad oggi l’unica “certezza” scientifica in gradi di dare una risposta ferma in tema di longevità e aspettative di vita.

La grelina, l’ormone della fame, regola la formazione delle ossa e il metabolismo e la proliferazione e differenziazione degli osteoblasti, e potrebbe rappresentare un interessante oggetto di studio anche per la regolazione e il rilascio di GH, un ormone (noto anche come “ormone della crescita”) molto importante nella costruzione dei tessuti.

Le conseguenze di tutto ciò sono notevoli: se tutte queste potenziali azioni della grelina venissero confermate essa potrebbe rivelarsi utilissima anche per trattare malattie cardiache, distrofia muscolare e sarcopenia, osteoporosi e anoressia, ma anche  e soprattutto l’obesità.

Per quanto ci riguarda, più per che lo sviluppo di nuovi farmaci, sarebbe interessante approfondire le potenzialità e il ruolo dell’alimentazione nella produzione di questa preziosa molecola e ragionare sulle possibilità che uno stile di vita equilibrato potrebbe produrre nella sua produzione endogena senza il ricorso a pericolose sostanze farmacologiche.

Bibliografia:

Curr Opin Clin Nutr Metab Care. 2013 Oct 4.Ghrelin: much more than a hunger hormone. Pradhan G, Samson SL, Sun Y.Children’s Nutrition Research Center, Department of Pediatrics bDivision of Diabetes, Endocrinology, and Metabolism, Department of Medicine cHuffington Center on Aging, Department of Molecular and Cellular Biology, Baylor College of Medicine, Houston, Texas, USA. Medicine cHuffington Center on Aging, Department of Molecular and Cellular Biology, Baylor College of Medicine, Houston, Texas, USA.

Vladimiro Colombi
Vladimiro Colombi è ritenuto uno dei maggiori esperti in naturopatia. Le sue conoscenze estremamente aggiornate si basano sui più recenti e rivoluzionari studi che hanno analizzato la relazione tra l’alimentazione e i veri meccanismi del metabolismo umano.
Related Posts

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage