News

L’IMPORTANZA DEI SUCCHI VEGETALI PER IL MANTENIMENTO DELLA NOSTRA SALUTE

FRUTTA E VERDURAEsiste un modo intelligente ed economico per aumentare in modo importante il nutrimento del nostro organismo senza effetti collaterali: i succhi vegetali.

Siamo spesso bombardati da informazioni pubblicitarie che ci inducono ad acquistare quel tale prodotto o integratore per la prevenzione di questa o quella malattia e ci troviamo impreparati a recepire e distinguere informazioni utili da quelle dannose.

Il dr. Max Gerson aveva compresa già decenni or sono le potenzialità enormi che questi succhi vegetali hanno per la prevenzione e per la cura del cancro. Senza spingersi fino a questo però possiamo sicuramente affermare che dai nostri vegetali e dalle nostri comuni insalate autoctone possiamo estrarre importanti principi attivi.

Quasi tutti i vegetali verdi per esempio sono una riserva di calcio eccellente e che, a differenza dei latticini, non induce fenomeni di acidosi metabolica o alterazioni al sistema endocrino. Sotto il secondo profilo per esempio gli studi che confermano una statistica relazione diretta tra il consumo di latticini e l’incidenza di tumori maschili (prostata) è provata. Mentre, di converso, una mescolanza di succhi di asparago, cetriolo, barbabietola e succo di carota ha dimostrato dare ristoro in innumerevoli fastidi a questa ghiandola.

Dagli spinaci possiamo estrarre un’autentica miniera di principi attivi protettivi della mucosa intestinale, sede quest’ultima insieme al fegato, di enormi problemi di salute. Da un punto di vista naturopatico infatti, fegato e intestino rappresentano un riferimento costante nelle impostazioni di protocolli utili alla prevenzione di innumerevoli disturbi.

La carota è utilissima per ossa, capelli, sistema nervoso e vista, mentre dalla barbabietola cruda si estrae un succo eccellente per proteggerci dall’accumulo di calcio grazie all’elevato contenuto di sodio (un antagonista del calcio). La barbabietola, ahimè difficile da reperire cruda nei normali canali distributivi alimentari, si combina ottimamente con la carota da un punto di vista nutrizionale proprio per questo bilanciamento del rapporto di questi due sali.

Il succo di cetriolo è un portentoso diuretico ricco di zolfo e silicio (minerale quest’ultimo presente in quantità anche nel peperone), due elementi importantissimi per le unghie, i capelli e gli annessi cutanei. Anche la piorrea, le alterazioni della pressione e alcune eruzioni cutanee possono giovarsi di questo succo vegetale.

Dal sedano si estraggono minerali preziosi per proteggersi dall’afa estiva mentre dal prezzemolo (associato a carota e sedano), otteniamo un succo grandioso ricchissimo di vitamina C e iodio che è di aiuto per le infiammazioni oculari, la tiroide i capillari e le ghiandole surrenali (ghiandole queste ultime sempre coinvolte nei momenti di stress e in generale nei processi allergici).
Gli antichi medici e naturopati francesi erano soliti consigliare ai gastritici il succo di patata associato al succo di cavolo per tamponare le secrezioni acide in eccesso perchè capace di  fornire un succo alcalinizzante portentoso.
Ma anche da alcuni abbinamenti tra succhi si possono ottenere dei cocktail ad azione “farmacologica” : l’abbinamento tra carota, barbabietola e cetriolo per esempio sembra essere utile per migliorare l’azione di qualsiasi altro succo vegetale ma a condizione che, come tutti i succhi, venga ingerito subito dopo l’estrazione.

Un’altra combinazione ottimale è data dal crescione d’acqua con la carota e la patata. Da questa triplice associazione è possibile estrarre un succo vegetale utilissimo per migliorare le condizioni respiratorie in caso di problemi funzionali al polmone.

Combinare invece il succo di carote con quello di lattuga, foglie di rapa e crescione d’acqua risulta ottimo per sostenere individui astenici, magri e anemici, poiché dall’assunzione di questa miscela  deriva un significativo incremento dell’ossigenazione del sangue.
Nelle emorroidi il succo di spinaci, rapa, crescione d’acqua e carota ha dato buoni risultati mentre, per la prevenzione della caduta dei capelli ma soprattutto per la loro fortificazione, la combinazione di carota, lattuga, peperone verde e alfalfa fresca è da sempre utile.

Per il sistema nervoso potremmo invece pensare ad un abbinamento tra carota, cetriolo, barbabietola e sedano con spinaci e succo di pompelmo, mentre per le varici e le vene varicose l’associazione tra carota, sedano spinaci e prezzemolo potrebbe essere di supporto.

Ma piu’ in generale tutti i succhi vegetali, soprattutto quelli provenienti da verdure a foglia verde, sono strapieni di enzimi “vivi”, una risorsa straordinaria e, lo ripetiamo, disponibile a costi davvero economici. Si tratta di enzimi essenziali per mantenere un elevato livello di benessere. La quasi totalità degli alimenti che consumiamo quotidianamente sono cotti e questo è notoriamente il “miglior” modo per distruggere qualsivoglia enzima contenuto nei cibi. Occorre ricordare a tutti che gli enzimi presiedono la vita e che, insieme all’equilibrio acido-base, al controllo dello stress (eccesso di cortisolo e adrenalina) e ad una vita relazionale serena, un approccio alimentare che includa tutti questi aspetti può essere un presupposto essenziale per mantenere la propria salute e il proprio benessere. E questo, è appunto l’oggetto principale del nostro meraviglioso studio: la naturopatia.

Vladimiro Colombi
Vladimiro Colombi è ritenuto uno dei maggiori esperti in naturopatia. Le sue conoscenze estremamente aggiornate si basano sui più recenti e rivoluzionari studi che hanno analizzato la relazione tra l’alimentazione e i veri meccanismi del metabolismo umano.
Related Posts
SOPRAVVIVERE AL NATALE
dicembre 14, 2015

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage