News

Le proprietà nutrizionali della bacca di Acai L’elisir di eterna giovinezza da una bacca

 

Dei frutti di bosco ho avuto spesso modo di parlarne anche in passato (http://www.vladimirocolombi.it/tag/frutti-di-bosco), ma ad oggi non ho ancora scritto delle bacche di acaj.

Le bacche di acai sono diventate note per le loro proprietà dimagranti (almeno questo sembra confermare la pubblicità dilagante) ma pochi sanno che il principio attivo più importante contenuti in questa preziosa bacca è il C3G (cianidin 3 glucoside) un potente antiossidante in grado di sviluppare un’azione protettiva dai danni prodotti all’endotelio e al tessuto vascolare (che viene tradizionalmente danneggiato da processi infiammatori e invecchiamento).

Ma cos’è esattamente la cianidina? La cianidina è un flavonoide naturale contenuto in abbondanza in molti vegetali.

La ricerca mondiale in questo momento sta studiando l’infiammazione e i danni che essa è in grado di produrre sui grassi all’interno del fegato e delle cellule attraverso la misurazione di alcuni valori (colesterolo associato a PCR. VES, omocisteina etc…etc…).

E’ come se avessimo una sorta di “brace” all’interno del corpo che rimane nascosta per anni e che lentamente deteriora i tessuti facendoli invecchiare, e che al momento opportuno è in grado di produrre un incendio nell’organismo se e quando se ne presentano le condizioni (una goccia per esempio di combustibile sulla brace ardente).Tra le sostanze antiinfiammatorie che la ricerca mondiale studia ci sono i flavonoidi, uno dei quali è appunto la cianidina.Uno studio coreano ha dimostrato come questa sostanza sia in grado di intervenire sul metabolismo del glucosio e ridurre le concentrazioni di trigliceridi e colesterolo all’interno delle cellule.

Le bacche di acaj sono particolarmente indicate non solo per i soggetti in sovrappeso ma anche per migliorare le condizioni dei vasi e prevenire incidenti vascolari in tutti quei soggetti che hanno familiarità con l’infarto e con l’ischemia cerebrale contenendo questi potenti antiossidanti.

Esse sono anche utili anche per rallentare i danni di un alimentazione troppo ricca di zuccheri (nei soggetti diabetici in modo particolare).

Questa bacca può essere parzialmente sostituita dalle bacche di mirtillo (o in generale dei frutti di bosco) e dal sambuco (http://www.vladimirocolombi.it/2016/10/07/prevenire-i-primi-freddi-con-la-naturopatiasucco-di-sambuco-the-verde-e-vitamina-d/), un rimedio naturale di cui sono un particolare estimatore grazie alla sua intensa azione antivirale, antitumorale, dimagrante e diuretica.

Tutttavia la bacca di acaj sembra conservare proprietà particolari che la distinguono da tutte le altre e da tutti gli altri frutti di bosco. Soprattutto a livello visivo (Opt Express. 2012 Dec 10;20(26):B64-70. doi: 10.1364/OE.20.000B64.Experimental demonstration of a cognitive quality of transmission estimator for optical communication systems.Caballero A1, Aguado JC, Borkowski R, Saldaña S, Jiménez T, de Miguel I, Arlunno V, Durán RJ, Zibar D, Jensen JB, Lorenzo RM, Abril EJ, Monroy IT.)

Bibliografia:

Vladimiro Colombi
Vladimiro Colombi è ritenuto uno dei maggiori esperti in naturopatia. Le sue conoscenze estremamente aggiornate si basano sui più recenti e rivoluzionari studi che hanno analizzato la relazione tra l’alimentazione e i veri meccanismi del metabolismo umano.
Related Posts

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage