News

IL6: un nome difficile e sconosciuto che dovremmo ricordare

MOLECOLA

IL6 indica interleuchina 6 e quando si alza questo parametro c’è da preoccuparsi.

L’interleuchina 6 infatti non soltanto è implicata in molti processi infiammatori (che a loro volta sono un fattore determinante nell’invecchiamento cellulare) ma sembra essere insieme all’omocisteina correlata ad un aumento del rischio di malattie cardiache,diabete, danni alle ossa e invecchiamento cerebrale.

Questa sostanza pericolosa tende ad aumentare quando siamo colpiti da infezioni (come per esempio clamidia ed Helicobacter pylori) ma anche quando siamo sottoposti a stress intensi oppure adottiamo stili di vita scorretti (come il fumo e l’aumento di peso).

L’aumento dell’ obesità viscerale è un fattore contribuente l’aumento del interleuchina-6 che associato al calo del testosterone, degli estrogeni e del DHEA (deidroepiandrosterone) sono correlati ad un aumento di questa pericolosa sostanza.

Quando IL6 aumenta (soprattutto per eccesso di cortisolo) l’endotelio vasale si infiamma e aumenta il rischio di danni e di malattie cardiovascolari.

All’infiammazione conseguente possono essere collegati diversi danni (come malattia Alzheimer e depressione, ma anche osteoartriti, problemi di impotenza sessuale e anorgasmia, problemi dermatologici e segni di senescenza (come rughe) e cellulite.

Al suo aumento possono seguire anche problemi al sistema immunitario e metabolici.

L’utilizzo di alcuni accorgimenti può ridurre in modo significativo questa pericolosa molecola. Un piccolo suggerimento per esempio potrebbe essere quello relativo all’utilizzo di qualche mandorla nella colazione del mattino.

Vladimiro Colombi
Vladimiro Colombi è ritenuto uno dei maggiori esperti in naturopatia. Le sue conoscenze estremamente aggiornate si basano sui più recenti e rivoluzionari studi che hanno analizzato la relazione tra l’alimentazione e i veri meccanismi del metabolismo umano.
Related Posts

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage