News

GLUTINE E CELIACHIA: FACCIAMO CHIAREZZA

Frumento_Tenero_MentanaGLUTINE E CELIACHIA: FACCIAMO CHIAREZZA

Recenti studi effettuati da ricercatori americani e finlandesi hanno dimostrato come la malattia celiaca sia in aumento.

In particolar modo negli Stati Uniti negli ultimi cinquant’anni sembra essere quadruplicato il numero di soggetti affetti da celiachia e ciò non sembra che sia dovuto soltanto a una maggiore disponibilità di strumenti diagnostici.

Non è ancora chiaro il meccanismo alla base di tale incremento ma certamente fattori ambientali e incremento del glutine nel cibo possono aver giocato un ruolo importante.

Molte persone che ne sono affette soffrono di disturbi come anemia, osteoporosi, dolori nervosi, disturbi intestinali e cattiva digestione, ma talvolta la carenza dell’enzima necessario alla digestione del glutine può accompagnarsi a malattie autoimmuni e perfino a danni al pancreas.

Il frumento però può non esser ben tollerato non soltanto da persone malate di celiachia ma anche da individui  colpiti dalla cosiddetta “gluten sensitivity”.

Questi ultimi pur non avendo un quadro così chiaro a livello sintomatologico come i celiaci possono però soffrire di disturbi minori che migliorano immediatamente non appena viene cambiata l’alimentazione. Per esempio migliora la lucidità mentale e la capacità di concentrazione aumentando la produttività e la qualità del sonno.

Alcuni alimenti come quinoa, grano saraceno, miglio, amaranto e mais sono alcuni dei cereali e degli alimenti che possono essere utilizzati per sostituire il frumento.

Vladimiro Colombi
Vladimiro Colombi è ritenuto uno dei maggiori esperti in naturopatia. Le sue conoscenze estremamente aggiornate si basano sui più recenti e rivoluzionari studi che hanno analizzato la relazione tra l’alimentazione e i veri meccanismi del metabolismo umano.
Related Posts

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage