News

LA RODIOLA ROSEA CONTRO LO STRESS, I TUMORI E LA FATICA

 

 

E’ nota per la sua azione immunomodulante nella fatica cronica, nei disturbi autoimmuni e in alcune forme tumorali ma soprattutto per la sua capacità di contrastare la stanchezza.

La rodiola rosea ha un’azione antidepressiva ed è un blando stimolante con un’azione tonica. Essa ha un’azione cardioprotettiva in soggetti con familiarità cardiache e può essere utilizzata nella sindrome da iperattività e da deficit di attenzione.

Ha un’azione protettiva dai danni che la chemioradioterapia produce sui tessuti e sviluppa un’azione antiaritmica a livello cardiaco.

Può essere utile per prevenire il diabete e ha un’azione modulatoria sui livelli di stress.

Rimedio strarodinario in grado di migliorare la concentrazione in soggetti affaticati che recuperano con difficoltà energia e che non riescono a riposare in modo soddisfacente la Rhodiola rosea può essere utilizzata anche per lunghi periodi e il suo utilizzo deve essere iniziato alcune settimane prima di periodo di forte stress.

Ricordiamo infine un altro utilizzo della Rhodiola rosea in ambito sportivo: si è dimostrata infatti capace di accorciare i tempi di recupero in caso di stanchezza.

 

Vladimiro Colombi
Vladimiro Colombi è ritenuto uno dei maggiori esperti in naturopatia. Le sue conoscenze estremamente aggiornate si basano sui più recenti e rivoluzionari studi che hanno analizzato la relazione tra l’alimentazione e i veri meccanismi del metabolismo umano.
Related Posts
VITAMINA C E ALIMENTAZIONE
gennaio 6, 2016

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage