News

IL GINSENG E L’ELEUTEROCOCCO: UNA MEDICINA SIA IN ONCOLOGIA CHE PER LO STRESS, LA MEMORIA E GLI ESAMI

ginseng-641890_960_720

Il Ginseng è molto noto per la sua azione adattogena e antifatica. Si tratta di una pianta molto preziosa e utilissima per sostenere impegni stressanti ed è largamente utilizzata dai manager o più in generale da persone sottoposte a eccessivi orari lavorativi o impegni professionali. Controindicato in chi soffre di herpes per la sua elevata presenza di arginina, l’eleuterococco è una pianta eccezionale che può essere utilizzata sia dagli uomini che dalle donne. Per gli uomini è più indicato il Panax ginseng mentre per le donne è preferibile l’eleuterococco (noto anche come ginseng siberiano). La differenza tra i vari tipi di ginseng sta nella diversa concentrazione di ginsonidi, i principi attivi che determinano le azioni curative dell’estratto. Si tratta di una pianta ricchissima di vitamine, minerali e aminoacidi utilissimi per favorire le funzioni a livello cognitivo (come la colina, la vitamina C e il germanio, un potente minerale dalle grandiose azioni ossigenanti i tessuti).

Il ginseng contiene anche oligoelementi e minerali (come il magnesio, lo zolfo e il manganese, utilissimo quest’ultimo nella stanchezza cronica) e grassi polinsaturi. Il ginseng è inoltre molto ricco di isoflavoni tra cui campesterolo e beta-sitosterolo. Proprio a quest’ultima sostanza sarebbero ascrivibili azioni protettive e antiossidanti della prostata in grado di ridurre l’incidenza di alcuni tumori.

La straordinaria sinergia e concentrazione di principi attivi del ginseng lo rende particolarmente utile per favorire l’assorbimento del glucosio e ottimizzare la respirazione cellulare e la funzione cerebrale. Esso è in grado di ridurre lo stress migliorando il rendimento fisico e mentale. Protegge il sistema immunitario e aiuta a superare i momenti di sovraccarico fisico e mentale e si è dimostrato anche molto utile per modulare la risposta endocrinologica generale dopo periodi più o meno lunghi di terapie ormonali e farmacologiche.

La sua azione adattogena si sviluppa anche nei confronti delle ghiandole surrenali, le ghiandole che producono l’ormone dello stress, il cortisolo, aiutando l’organismo adattarsi più facilmente in condizioni estreme.

Sempre grazie a questa moltiplicità straordinaria di principi attivi è in grado di migliorare tutte quelle situazioni nelle quali l’eccessivo contenuto di grassi nel sangue può portare a d un maggior rischio cardiovascolare e può anche essere particolarmente prezioso nel trattamento dei disturbi depressivi migliorando la reattività in quei soggetti che sottoposti a stress eccessivi faticano a ritrovare serenità ed equilibrio psico-emotivo.

E’ un estratto vegetale particolarmente utile per supportare i malati di tumore sottoposti a chemioterapia e radioterapia, terapie che inducono spesso stanchezza e spossatezza. Recenti studi ne hanno dimostrato la sua utilità in oncologia (in caso di tumore al seno), ma anche per la depressione, l’ipertrofia cardiaca, il trattamento e la prevenzione delle metastasi al colon-retto.

Questo prezioso estratto è tuttavia controindicato qualora si utilizzino farmaci anticoagulanti (come il cumadin). In tutti i casi in cui si usino anticoagulanti occorre infatti una specifica supervisione e autorizzazione del medico prima si rivolgersi alla fitoterapia.

Bibliografia:

Nat Prod Commun. 2014 Sep;9(9):1303-6.Anti-proliferation effect on human breast cancer cells via inhibition of pRb phosphorylation by taiwanin E isolated from Eleutherococcus trifoliatus.Wang HCTseng YHWu HRChu FHKuo YHWang SY.

 

Asian Pac J Cancer Prev. 2015;16(11):4781-6.Proliferative and Inhibitory Activity of Siberian ginseng (Eleutherococcus senticosus) Extract on Cancer Cell Lines; A-549, XWLC-05, HCT-116, CNE and Beas-2b.Cichello SA1Yao QDowell ALeury BHe XQ.

 

Psychiatr Pol. 2015 May-Jun;49(3):435-53. doi: 10.12740/PP/29367.Natural products of relevance in the prevention and supportive treatment of depression.Muszyńska B1Łojewski M1Rojowski J2Opoka W2Sułkowska-Ziaja K1.

 

J Ginseng Res. 2016 Apr;40(2):160-8. doi: 10.1016/j.jgr.2015.07.003. Epub 2015 Jul 18.Black ginseng extract ameliorates hypercholesterolemia in rats.Saba E1Jeon BR1Jeong DH1Lee K2Goo YK3Kim SH4Sung CK5Roh SS6Kim SD7Kim HK5Rhee MH1.

 

J Ginseng Res. 2016 Apr;40(2):169-75. doi: 10.1016/j.jgr.2015.07.004. Epub 2015 Jul 18.Protective effect of Korean Red Ginseng against chemotherapeutic drug-induced premature catagen development assessed with human hair follicle organ culture model.Keum DI1Pi LQ2Hwang ST3Lee WS1.

 

Am J Transl Res. 2016 Apr 15;8(4):1708-18. eCollection 2016.The antitumor activity study of ginsenosides and metabolites in lung cancer cell.Xu FY1Shang WQ2Yu JJ2Sun Q3Li MQ4Sun JS5.

 

J Cardiovasc Pharmacol. 2016 May 14. Inhibition of TNF-α-mediated NF-κB activation by Ginsenoside Rg1 contributes the attenuation of cardiac hypertrophy induced by abdominal aorta coarctation.Tang F1Lu MYu LWang QMei MXu CHan RHu JWang HZhang Y.

 

Am J Chin Med. 2016 May 24:1-20.Effects of Panax notoginseng on the Metastasis of Human Colorectal Cancer Cells.Hsieh SL1Hsieh S2Kuo YH1Wang JJ3Wang JC4Wu CC5.

 

Immunol Invest. 2016 May 25:1-11.Suppression of MAPKs/NF-κB Activation Induces Intestinal Anti-Inflammatory Action of Ginsenoside Rf in HT-29 and RAW264.7 Cells.Ahn S1Siddiqi MH2Aceituno VC1Simu SY2Yang DC1,2.

 

Vladimiro Colombi
Vladimiro Colombi è ritenuto uno dei maggiori esperti in naturopatia. Le sue conoscenze estremamente aggiornate si basano sui più recenti e rivoluzionari studi che hanno analizzato la relazione tra l’alimentazione e i veri meccanismi del metabolismo umano.
Related Posts

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage