News

LA QUERCITINA “ANTISTAMINICA” NEL CONTROLLO DEL COLESTEROLO

melaLa quercitina è una sostanza naturalmente presente nelle cipolle e nelle mele ma anche nei mandarini, nelle clementine, nell’uva rossa, nei mirtilli e in alcune piante come il ginkgo biloba (noto soprattutto per la sua azione antiateroscelrotica), la calendula, l’iperico e l’ippocastano.

A questa sostanza sono stati attribuite molte potenziali azioni protettive sia in campo oncologico (attraverso l’inibizione di alcuni enzimi, le chinasi dei fosfoinositidi PI3K e PI4P-5K) che soprattutto immunologico.

Ad oggi infatti sembra essere una delle sostanze naturali più interessanti nel controllo delle reazioni allergiche e nel controllo dei processi infiammatori.

Alcuni studi ne hanno ipotizzato una sua possibile azione protettiva perfino da alcune infezioni virali, ma le evidenze scientifiche ad oggi non sono ancora conclusive.

La quercitina sembra particolarmente efficace nell’inibire un enzima intracellulare, la 5-lipossigenasi, in grado di produrre delle molecole, i leucotrieni, che sono degli importanti agenti mediatori dell’asma.

Nell’ambito della medicina popolare è stata usata di frequente nelle infiammazioni e infezioni della prostata, mentre alcuni aneddoti (non scientificamente dimostrati) l’anno associata a miglioramenti nella sindrome del tunnel carpale e nelle deboli incontinenze.

La quercitina si è inoltre rivelata molto utile per ripristinare la vitamina E (il tocoferolo) e ridurre la produzione di ossido nitrico.

L’aglio sembra esserne anche un buon veicolo e le proprietà antiossidanti di questa preziosa sostanza sembrano moltiplicarsi se associata alla vitamina C. Una preziosa sinergia sembra essere data infatti dal succo di sambuco, uno dei rimedi dimagranti, disintossicanti e antiinfiammatori più interessanti ed economici facilmente reperibili in qualsiasi erboristeria.

In tema di sinergie tra l’altro la quercitina si rivela un eccellente antistaminico naturale quando associata allo zenzero, un ingrediente delle cucine medio-orientali dalle straordinarie virtù anti-vomito in caso di chinetosi (mal d’auto, mal di treno,mal di mare… etc..etc…).

Da quanto si apprende da un recente studio coreano effettuato presso il dipartimento di nutrizione presso l’Istituto delle scienze per la salute coreano (febbraio 2013), la quercitina aumenterebbe l’espressione di un gene (ABCA1) e favorirebbe l’efflusso del colesterolo dai macrofagi, (le cellule del sistema immunitario deputate alle risposte specifiche e naturali nonché alla rimozione delle particelle estranee al corpo) con significativi miglioramenti sui quantitativi di grassi nel sangue.

Da ciò ne discenderebbe la sua potenziale azione anti-aterosclerotica che la renderebbe particolarmente idonea nelle prevenzione degli incidenti vascolari e quindi nella prevenzione dell’infarto e dell’ictus.

 

Bibliografia:

 

Nutr Res. 2013 Feb;33(2):136-43. doi: 10.1016/j.nutres.2012.11.010. Epub 2012 Dec 27.Quercetin up-regulates expressions of peroxisome proliferator-activated receptor γ, liver X receptor α, and ATP binding cassette transporter A1 genes and increases cholesterol efflux in human macrophage cell line.Lee SMMoon JCho YChung JHShin MJ.

Vladimiro Colombi
Vladimiro Colombi è ritenuto uno dei maggiori esperti in naturopatia. Le sue conoscenze estremamente aggiornate si basano sui più recenti e rivoluzionari studi che hanno analizzato la relazione tra l’alimentazione e i veri meccanismi del metabolismo umano.
Related Posts
1 Comment

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage