News

NATUROPATIA E CUCINA: ALCUNE RICETTE PER VIVERE IN SALUTE

Ingredienti per 3 persone:

250 gr d riso
300 gr di zucca pulita
Cipolla
Olio
Sale
4-5 foglie di salvia
Brodo vegetale
Vino bianco (facoltativo)

Far soffriggere la cipolla con un filo d’olio.
Aggiungere la zucca tagliata a dadini.
Salare e bagnare con un po’ d’acqua.
Aggiungere le foglie di salvia tritata e mescolare.
Lasciar cuocere per 10-15 minuti finchè la zucca si ammorbidisce un po’.
Aggiungere il grano saraceno e lasciarlo tostare.
Sfumare con il vino (facoltativo)
Aggiungere il brodo poco alla volta e cuocere per 15 minuti circa mescolando ogni tanto per evitare che si attacchi.

una ricetta di:Valentina Massetti

VERDURE RIPIENE AL FORNO
Ingredienti: 3 zucchine 500 gr di patate 2 pomodori 3 peperoni gialli 1 uovo spezie miste: timo, maggiorana e basilico 80gr di grana grattugiato olio extravergine d’oliva sale e pepe q.b. Lessare 2 zucchine per circa 5 minuti in acqua bollente.

Tagliarle a metà e prelevare la polpa. La terza zucchina lasciarla lessare un po’ di più finché diventa morbida. Lessare le patate. Una volta pronte ridurle a purè con lo schiacciapatate. Lavare e pulire i peperoni. Tagliare a metà i pomodori e con un cucchiaino svuotarli. Salarli e metterli a sgocciolare su della carta assorbente. Il ripieno dei pomodori frullarlo con la terza zucchina e con la polpa delle altre due. Unire il tutto alle patate. Aggiungere l’uovo, il grana grattugiato, salare e pepare a piacere. Infine aggiungere le spezie e mescolare. Farcire gli ortaggi. Ungere una teglia e mettere prima i 3 peperoni. Irrorarli con un po’ d’olio. Metterli in forno a 200°. Dopo 25 minuti aggiungere le zucchine e i pomodori. Irrorali con un po’ di olio e cuocere per altri 10 15 minuti.

una Ricetta di: Valentina Massetti

 

MOUSSE DI SALMONE

Ingredienti: 100 gr di salmone in scatola al naturale o cotto al vapore 1 cucchiaio di capperi sotto sale 2 cucchiai di olio 2 cucchiai di succo di limone 3 filetti di alici sott’olio o sotto sale 1 albume sale prezzemolo scorzette di limone per decorare

Frullare il salmone con i capperi ben lavati e strizzati, l’olio, il succo di limone, il prezzemolo e i filetti di alici fino a ridurlo ad una crema. Montare l’albume a neve con un pizzico di sale. Aggiungerlo al patè di salmone un poco alla volta, cercando di non sgonfiarlo. (mescolare dal basso verso l’alto delicatamente!) Mettere in frigorifero per almeno un paio d’ore. Al momento di servire decorare con un po’ di prezzemolo e qualche scorzetta di limone.

un articolo di: Valentina Massetti

 

TROTA SALMONATA AGLI AGRUMI

Ingredienti per 1 persona:

1 filetto di trota salmonata
2 fette d’arancia
2 fette di limone
succo di limone

2-3 foglie di salvia
un pizzico di timo
pepe
sale

Adagiare il filetto di trota su un foglio di alluminio.
Salare e cospargere il tipo e le foglie di salvia tagliuzzate.
Adagiare le fettine di limone e arancia e irrorare il tutto con il succo.
Pepare e chiudere il cartoccio.
Infornare a 200° per 20 minuti circa.
Condire a piacere con olio.

una Ricetta di: Valentina Massetti

 

ORATA IN PADELLA CON VERDURINE CROCCANTI E PATATE AL VAPORE

 Ingredienti per 3 persone:

3 filetti di orata
1 carota
1 zucchina piccola o ½ zucchina grande
7-8 pomodorini
olio
1 spicchio d’aglio
sale
prezzemolo

A parte cuocere le patate a vapore…
Io le ho tagliate a fettine e cotte al microonde per circa 15 minuti.
Tagliare la carota e la zucchina alla julienne e i pomodorini a metà.
Far d’orare lo spicchio d’aglio in 2/3 cucchiai di olio.
Togliere l’aglio e aggiungere le carote e le zucchine.
Salare e aggiungere 2-3 cucchiai d’acqua per evitare che friggano nell’olio.
Coprire la padella con un coperchio e cuocere per 2-3 minuti a fuoco medio.
Aggiungere le orate, salare.
Coprire nuovamente e cuocere a fuoco un po’ più basso (7-8 minuti)
Girarle e aggiungere i pomodorini.
Quando si saranno ammorbiditi rigirare i filetti di orata e cospargere il tutto con un po’ di prezzemolo.
Coprire il tutto e a fuoco spento lasciar riposare un paio di minuti.
Servire con le patate al vapore.

una Ricetta di: Valentina Massetti

 

DADI DA BRODO
Ingredienti:1/2 kg di carne magra, 1/2 kg di carote, 1/2 kg di sedano, 1/2 kg di cipolle e 3hg e 1/2 di sale (le quantità si intendono per ingredienti puliti).

Tutti gli ingredienti vanno messi in una casseruola e fatti cuocere a fuoco lento per 3 ore. Finita la cottura, frullare il tutto e invasare in contenitori di vetro. Con queste quantità si ottengono circa 3 vasetti di dado che possono essere conservati a temperatura ambiente per molto tempo e che, una volta aperti, devono essere conservati in frigorifero.

 

FARINATA DI CECI

Ingredienti: 200 gr di farina di ceci, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, rosmarino e sale marino integrale.

Versate in una terrina la farina di ceci e ricavate una fontana al centro con un cucchaiio di legno e unite l’acqua (750 ml) un poco alla volta. Mescolate il tutto facendo attenzione a non formare grumi, quindi aggiungete il sale (il meno possibile) e 2 cucchiai d’olio, mescolate bene e lasciate riposare il composto per tutta la notte. Ungete una teglia, versatevi l’impasto, cospargetelo a piacere con qualche ago di rosmarino e fate cuocere in forno preriscaldato a 200° per 25’-30’ fino a quando la farinata non risulterà di un bel colore dorato. Tagliatela a quadrati e servitela calda, accompagnata con verdure di stagione

(Fonte:Prevenire i tumori mangiando con gusto).

 

CREMA DI RISO

Ingredienti: 1 tazza di riso integrale, 7 tazze d’acqua, e 1 pizzico di sale marino integrale.

Tostate il riso integrale a secco finchè non diventa dorato.

Travasate il riso in una pentola a pressione, aggiungete l’acqua e il pizzico di sale, portate in pressione, ponete una piastra rompi fiamma sotto la pentola e proseguite la cottura a fiamma bassa per circa 2 ore. (Se usate una pentola non a pressione usate 12 tazze di acqua e fate cuocere il riso per 3 ore.

Lasciate intiepidire il riso stracotto e passatelo al passaverdure per ridurlo in crema (se volete togliere una parte di fibra, passate la crema al setaccio un poco alla volta aiutandovi con un pestello in legno. In questo modo una parte della fibra rimarrà sul fondo del setaccio, mentre la crema che lo avrà attraversato risulterà, molto liscia e omogenea). Se desiderate accelerare la preparazione potete utilizzare la farina di riso integrale anziché il riso in chicchi.

Fate in modo che la farina sia il più possibile fresca, preferibilmente appena macinata. In questo caso tostate leggermente 1 tazza di farina e cuocetela come se doveste fare una polentina di riso (e cioè portate a ebollizione 5 tazze d’acqua con un pizzico di sale e versate a pioggia la farina mescolando con un cucchiaio di legno). Ponete sempre la piastra rompi fiamma sotto la pentola, coprite e fate cuocere almeno 30 minuti, mescolando di tanto in tanto. Setacciate come sopra.

L’azione antiinfiammatoria della crema di riso è molto potenziata dal kuzu, un amido portentoso con proprietà alcalinizzanti estratto dalla radice di pueraria lobata. Per farlo occorre sciogliere un cucchiaino di kuzu in poca acqua fredda e aggiungerlo alla crema di riso facendo bollire il tutto per qualche minuto per acconsentire all’amido di raddensare leggermente la preparazione.

SPIEDINI DI POLLO CARAMELLATI SU CREMA DI MELANZANA ALL’AGLIO

400gr petto di pollo, un cucchiaio di curcuma, un cuchiaio di salsa di soia, olio e.v.o., 60gr semi di zucca, zucchero, sale, 1 grossa melanzana, 2 spicchi di aglio, un cucchiaio di menta.

Preparare la marinata per il pollo mescolando 2 cucchai di olio, 2 cucc.ni di zucchero, 1cucch.di salsa di soia, 1 cucch.di curcuma. Lasciare riposare il pollo, preventivamente tagliato a cubetti, per una notte.

Bucherellare la pelle della melanzana e passarla in forno a 180° per 40/45 minuti, finchè risulti appassita e morbida.

Togliere la pelle e frullarla con l’aglio privato dell’eventuale germe verde, la menta e 30gr di olio a filo, salare.

Con il pollo formare degli spiedini, porli su carta forno in un teglia, cospargerli di semi di zucca,  infornare a 220° per 7/8 minuti, spennellare con la marinata e lasciarli ancora per 1 minuto sotto il grill a caramellare.

 

PACCHETTI DI GAMBERONI E PANCETTA CON MAIONESE DI PATATE ALLO ZAFFERANO.

12 gamberi, 6 fettine di pancetta tesa, 1 carota, olio e.v.o., sale dell’Himalaya, 300gr patata, una bustina di zafferano. Insalatina di stagione.

Cuocere la patata con la buccia finchè non sarà tenera.

Frullare con lo zafferano (sciolto in un goccio di acqua calda), il sale e l ‘olio a filo, fino a raggiungere la consistenza di una maionese piuttosto densa.

Tagliare la carota, pulita e pelata, a tocchi lunghi circa 6/7cm, poi a fiammifero.

Preparare i pacchetti, avvolgendo ogni gamberone insieme a  qualche fiammifero di carota con la pancetta.

Scaldare una padella antiaderente, quando sarò calda grigliare i nostri pacchetti per due minuti per parte, la pancetta deve essere croccante, ma il gambero deve risulatare ancora morbido.

Servire i pacchetti con una macinata di sale, accompagnando con un cucchiaio di salsa e su un letto di insalatina fresca.

 

FUSILLI  INTEGRALI DI FARRO CON PINOLI, RICOTTA E ORATA AL LIMONE

Per 6 persone
420gr fusilli, 2 filetti di orata, 180gr ricotta, 2 cucchiai di prezzemolo tritato, 1 limone, 60gr pinoli, olio extrav.oliva.

Mettere a bollire una pentola di acqua, quando bolle salare e buttare la pasta.

Togliere pelle e lische ai filetti di pesce e tagliarli a tocchetti. Scaldare una padella antiaderente con un filo di olio, saltare velocemente il pesce 2 minuti per parte, salare e spegnere il fuoco.
In una piccola antiaderente mettere a tostare i pinoli, quando avranno preso colore, spegnere.
Tagliare la bucci di limone a strisce sottili.
In una ciotola a parte versare la ricotta setacciata, salare, pepare e stemperare con il succo di ½ limone e un po’ di acqua di cottura.
Scolare la pasta al dente, versarla nella padella con il pesce, mantecarla con la crema di ricotta e terminare con il prezzemolo e il limone.
Servire con un filo di olio a crudo.

 

NOODLE SALTATI CON ALICI, ZENZERO, CAROTA E TROPEA

250gr noodle, 250gr alici diliscate e pulite, un tocchetto di zenzero, 1 grossa carota e una cipolla di Tropea, olio extrav.oliva, 1 arancia, 50gr pangrattato

Mettere le alici a marinare per un’ora con due cucchiai di olio e un cucchiaio di succo d’arancia.
Portare a bollore una pentola di acqua, salare e spegnere. Ammollare i noodle per 1 minuto poi scolare e lasciare asciugare stesi su un canovaccio.

In una padella antiaderente tostare il pangrattato, grattugiare la scorza di arancia e spegnere dopo un minuto.

In un wok versare due cucchiai di olio, appassire la cipolla tagliata a fette sottili, lo zenzero grattugiato e la carota a fiammifero.
Quando le verdure saranno ammorbidite, alzare la fiamma e saltare i noodle, dopo un minuto aggiungere le alici e regolare di sale.

Al momento di servire spolverizzare con il pangrattato al profumo di arancia.

 

RISO VENERE CON CAPONATINA VELOCE DI VERDURE

250gr riso Venere, 1 cipolla rossa, 1 carota, ½ melanzana, 1 zucchina, 70gr olive nere denocciolate, un cucchiaio di semi di sesamo tostati, 20gr capperi, olio extrav.oliva

Portare a bollore una pentola d’acqua salata, versare il riso e cuocere per il tempo indicato.
Scolare e tenere da parte.
In una larga padella (o un wok) scaldare 3 cucchiai di olio e appassire la cipolla tritata.
Tagliare la carota a dadini e unirli alla cipolla, in sequenza aggiungere la melanzana a dadini, alzando il fuoco e unendo un po’ di sale per aiutare la cottura, dopo 3 minuti unire la zucchina a dadi e continuare per altri 2 minuti.

Unire le olive e i capperi (sciacquati se sotto sale), un cucchiaio di aceto e cuocere per 1 minuto.

Spegnere il fuoco e servire la caponatina calda accompagnata dal riso venere, il tutto spolverato con un po’ di sesamo tostato.

 

PIZZA PROVENZALE CON CIPOLLE, ALICI, OLIVE NERE

400gr. di farina integrale Vitamill-20, 220 g. di acqua, 40 g. di lievito madre secco, 1 cucchiaino di malto, 8 g. di sale, 2 cucchiai di olio, 1 kg. di cipolle affettate sottilissime, 28 filetti di acciuga dissalati, olive nere snocciolate, sale,  pepe, olio

Mescolare bene il sale con la farina.

Sciogliere il lievito di birra con poca acqua e il cucchiaino di malto. Metterlo al centro della fontana di farina, coprire e lasciare riposare fino a quanto schiuma.

Aggiungere poi i 2 cucchiai di olio e il resto dell’acqua un poco alla volta.

Lavorare con energia. Coprire e lasciare lievitare per tre/quattro ore.

Fare appassire 1 kg. di cipolle in 2 cucchiai di olio a fuoco lentissimo per almeno 40 minuti, condire con sale e pepe.

Ungere una teglia e stendervi sopra la pasta di pane; cospargere la superficie con le cipolle, disporre i filetti di acciuga a scacchiera e al centro di ogni incrocio di acciughe mettere un’oliva nera snocciolata.

Infornare a 220° per circa 20 minuti.

FOCACCIA CON ZUCCHINE, ROSMARINO E BRIE

500gr farina integrale Vitamill-20, 50gr lievito madre secco. 250gr acqua, un cucchiaino di malto, 10gr sale rosa dell’Himalaya, 3 cucch.olio oliva e.v.o. 500gr zucchine, 200gr brie, olio e.v.o. sale, pepe, 2 scalogni, rosmarino

Disporre la farina a fontana, sbriciolare al centro il lievito, versare l’acqua tiepida, lo zucchero, attendere 10 minuti, unire gli ingredienti rimasti e lavorare l’impasto fino a renderlo liscio ed omogeneo. Farlo lievitare in una boule coperta e in luogo tiepido fino al raddoppio.( 3/4 ore)

Nel frattempo mondate le zucchine e tagliatele a rondelle, tritare lo scalogno e metterlo a stufare in un tegame con un velo d’olio, unire le zucchine e saltarle brevemente. Salare

In una teglia unta d’olio disporre metà impasto. Coprire con le zucchine, il brie sbriciolato e una manciata generosa di rosmarino tritato.

Stendere e coprire con la pasta rimanente, spennellare con un po’ d’olio e lasciare lievitare per un’altra mezz’ora.

Cuocere in forno a 200° per 35 minuti circa.

Vladimiro Colombi
Vladimiro Colombi è ritenuto uno dei maggiori esperti in naturopatia. Le sue conoscenze estremamente aggiornate si basano sui più recenti e rivoluzionari studi che hanno analizzato la relazione tra l’alimentazione e i veri meccanismi del metabolismo umano.
Related Posts
2 Comments

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage